×

    Magazine

    Analytics Competence Center, il primo passo verso una Data Driven Company
    Pubblicato il

    La rapida diffusione di una vera e propria cultura analitica ha spinto molti player del settore finanziario a dotarsi di un cosiddetto Analytics Competence Center nell’ottica di interiorizzare e concentrare le conoscenze e best practice presenti nella struttura sugli Advanced Analytics.

    Definizione

    L’Analytics Competence Center (ACC) viene definito dalla letteratura specializzata come un team interdisciplinare che definisce in maniera chiara e continua ruoli, obiettivi, processi e responsabilità con lo scopo di promuovere una vera e propria cultura analitica affiancata dalle best practice individuate.

    Oltre ad avere un ruolo strategico di pianificazione, l’Analytics Competence Center si occupa anche della vera e propria messa a terra dei progetti e dell’applicazione di un approccio fact-based nel processo decisionale dell’azienda.

    Analytics: un po’ di chiarezza

    Prima di analizzare nel dettaglio i componenti di un Analytics Competence Center si rende necessario fare un po’ di chiarezza sui vari significati che il termine “analytics” ricopre nell’utilizzo quotidiano.

    Analytics può infatti significare:

    • Una particolare tecnica di Business Intelligence (analytics di tipo predittivo)
    • La strategia di business sottesa all’utilizzo di analytics (analytics in ambito frodi)
    • Applicazioni in ambito analytics, ovverosia un insieme di più soluzioni per un particolare processo di business (gestione del credito o previsione delle vendite)
    • L’intero universo Analytics che comprende i suoi componenti hardware, software, umani e di processo.

    Per quanto riguarda l’ambito trattato, Analytics viene qui inteso nella sua accezione più ampia, con tutti i suoi componenti le persone, i processi e la piattaforma.

    Persone

    Le persone coinvolte in un ACC possono trovarsi a ricoprire tre ruoli: produttori, consumatori e facilitatori.

    Vengono considerati produttori gli analisti che definiscono e portano avanti tutte le attività di analisi sui dati.

    Vengono invece considerati consumatori tutte quelle unità di business che “consumano” i prodotti Analytics e che gestiscono le performance anche facendo ricorso agli Analytics.

    Vi è infine la categoria dei facilitatori, prevalentemente costituita da figure di tipo IT, che facilitano lo svolgimento di task di information management necessarie per il buon andamento dei progetti di Analytics e il decision making.

    Processi

    I processi nell’ambito di un Competence Center si possono dividere in tre macro categorie:

    • Processi decisionali – Devono essere il più possibile automatizzati e cross-silos. Storicamente, infatti, molti processi di analytics sono rimasti separati dai processi decisionali legati alle applicazioni di business.

    Il Program Management, ossia la gestione coordinata di un portafoglio di progetti, ancora non gode di processi definiti e ben documentati, specialmente in ambito Analytics.

    • Processi analitici – necessitano di un’accurata definizione degli obiettivi, delle metriche di successo di un progetto, di standard per la progettazione e della definizione degli elementi che definiscono il tipo di analisi e dei dati da utilizzare.
    • Processi di governance delle informazioni – Vengono così definiti tutti quei processi che fanno da ponte tra l’analisi vera e propria e il loro valore di business, permettendo ai team interdisciplinari di attingere a una massa di dati aggiornata, disponibile e di qualità.

    Piattaforma

    Una problematica estremamente diffusa ha a che fare con la diversità di intenti del settore IT e del business: mentre l’IT fatica a diffondere consapevolezza sull’utilità di una piattaforma integrata, il business spesso ragiona sulla base di esigenze temporanee, mancando di visione strategica.

    L’adozione di una soluzione di tipo “piattaforma” non può prescindere dalla sua integrabilità nei sistemi informativi del business: è la cosiddetta Seamless integration, di cui l’IT deve farsi ambasciatore all’interno della compagnia, implementando la soluzione con una particolare attenzione alle esigenze del business.

    Strategie di implementazione

    La dottrina distingue principalmente due tipologie di Competence Center:

    Efficiency driven – Sono caratterizzati dall’assenza di un budget dedicato fungono da provider di servizi per le business unit. Sono solitamente alle dipendenze delle business unit da cui ricevono proposte per lo sviluppo di use case.

    Innovation driven – Godono di ampia autonomia in termini di budget e non necessitano quindi di fondi da parte delle business unit per la formulazione di nuovi use case. Si caratterizzano per una coordinazione di tipo peer-to-peer e da un approccio strategico, con il preciso obiettivo di favorire l’innovazione e lo sviluppo di una cultura analitica.

    Conclusioni

    Ad oggi una compagnia che vuole investire nel proprio patrimonio dati con una visione di lungo periodo dovrebbe porsi nell’ottica di costituire un Analytics Competence Center.

    Questa soluzione rappresenta una delle vie più rapide ed efficaci nella creazione di una Data Driven Company che sappia valorizzare adeguatamente i propri dati e investire nell’innovazione in ottica strategica.

    Nell’attuale scenario finanziario inoltre, la commistione del concetto di piattaforma e l’utilizzo degli analytics potrebbero rappresentare la spinta propulsiva ideale per un player alla ricerca di una soluzione di innovazione particolarmente specializzata e con un importante ritorno sull’investimento.

    Utilizziamo i cookie per migliorare la funzionalità del sito "CeTIF" e per garantirti un'esperienza di navigazione sempre ottimale. Se continui a navigare il sito, acconsentirai al loro utilizzo. Ulteriori informazioni

    The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

    Close